Book online

Offida città del merletto a tombolo

La città di Offida è entrata nel maggio 2008 nel club dei Borghi più belli d’Italia e le sue origini sono antichissime, risalgono all’epoca dei Piceni teoria avallata da numerosi resti archeologici. Nel III secolo A.C. si estinse la civiltà dei Piceni e arrivarono i Romani che la fortificarono e a detta di qualche studioso le diedero il nome Oppida che significa città fortificata, ci sono tuttavia altre opinioni che fanno risalire il nome all’unione di due radici di origine indoeuropea: Oph (ricco) e Ida (monte, colle).

Il centro storico di Offida nel quale si trovano monumenti di grande valore storico, artistico e architettonico è racchiuso all’interno delle antiche Mura Castellane (sec. XII). Nella piazza principale si distingue il Palazzo Comunale, un elegante edificio risalente ai secoli XI-XII che ancora oggi rappresenta il cuore della vita amministrativa di Offida. All’interno del Palazzo Comunale si trova il Teatro Serpente Aureo, un vero gioiello di concezione barocca di tipo a boccascena o, come comunemente si suol dire, all’italiana, con schema a “ferro di cavallo”.

Il monumento più insigne di Offida è rappresentato dalla chiesa di Santa Maria della Rocca, ricostruita nel 1330 su una chiesina dell’XI secolo. Nell’itinerario turistico non possono essere dimenticati il Museo di Offida, l’ ex convento di San Francesco che ospita l’Enoteca Regionale delle Marche, le numerose fontane e poi ancora il Museo Archeologico, il Museo del Merletto a tombolo, Museo delle Tradizioni popolari e la pinacoteca.
L’Enoteca regionale è dislocata nei sotterranei dell’ex convento di San Francesco e presenta nelle sue suggestive sale, un quadro completo dei vari vini del Piceno e di tutta la Regione.

Il territorio di Offida infatti è quello con la maggior superficie coltivata a vigneti di tutta la Provincia e qui si producono alcuni dei vini più rinomati, come il Rosso Piceno, il Falerio dei colli Ascolani, il Pecorino e la Passerina. Non mancate quindi di assaggiare un bicchiere “di quello buono” in un ambiente dall’atmosfera soffusa e rilassante.

Il Museo del Merletto. La tradizione del merletto a tombolo è un vero vanto della cittadina, tanto che all’ingresso del centro storico è stato anche eretto il Monumento alla Merlettaia, per sottolineare l’importanza di un’attività tradizionale che è divenuta nel tempo un’arte. I manufatti più ricercati e preziosi sono custoditi nelle sale del museo, per le vie del centro storico invece è ancora possibile visitare le botteghe delle merlettaie, ed osservarne il minuzioso ed abile lavoro, tramandato di generazione in generazione.

Di seguito alcuni eventi e manifestazioni che si svolgono ad Offida:
Lu Bov Fint si svolge ogni anno nel giorno di venerdì grasso di Carnevale e consiste in una farsesca caccia ad un bue oggi finto. Fin dalle prime ore del pomeriggio un finto bove, costituito da un’intelaiatura in legno e ferro, rivestita da un panno, viene portato da agili uomini lungo le vie del paese. Segue una folla di giovani con indosso una veste biancha dette “guazzarò”. Gli abili portatori guidano i movimenti dell’animale eseguendo ampie giravolte, corse ed incornate in cui imitano la furia dell’animale vero. Lo spettacolo è avvincente e non senza momenti di panico provocati dall’ebrezza del vino che scorre in abbondanza durante la festa. All’imbrunire il bove viene simbolicamente ucciso sulla colonna del municipio.

Servizi

Spiaggia convenzionata

Animazione e mini-club

Parcheggio gratuito

Noleggio Bici

Virtual Tour