Book online

L’esotico più vicino: San Benedetto del Tronto

E’ una delle principali località turistiche delle Marche e grazie alle 7000 palme, si avvale dell’appellativo “Riviera delle Palme” (oggi esteso anche per Grottammare e Cupra Marittima).

Tra i luoghi di interesse Vi segnaliamo:
Il Faro prima della sua costruzione i naviganti avevano come riferimento solo il Torrione e il suono delle campane; idealmente per questo motivo è stato costruito lungo la perpendicolare che parte dal Paese Alto in direzione est. È una torre cilindrica su fabbricato ed è alta 31 metri. La scala a chiocciola con 150 scalini porta alla sommità della struttura e ad una terrazza dalla quale è possibile vedere da levante l’intera città e le colline circostanti. Il faro di San Benedetto del Tronto oggi funziona in automatico grazie ad una fotocellula che lo aziona o lo spegne. Ma all’epoca della sua costruzione, era un faro manuale il cui funzionamento si realizzava dietro degli ingranaggi mossi da un peso motore che quotidianamente doveva essere ricaricato dal farista.

Il Torrione o “Mastio della Roccia” spicca dall’altura del Paese alto e domina l’intero abitato è il monumento più rappresentativo di San Benedetto del Tronto.
Caserma Pontificia Edificio fortificato a pianta quadrangolare con corpi d’angolo a “puntone” e chiostro interno a doppio ordine con archi a tutto sesto, la scarpatura di base è bloccata a metà altezza con un cornicione a sezione semicircolare. Portale d’ingresso in pietra con sovrastante stemma in pietra della città di Ascoli. La copertura è con capriate in legno e sovrastante manto di coppi. Chiamata anche “Caserma Guelfa”, è popolarmente definita come la “Dogana” per il ruolo che assunse per secoli di ultimo avamposto pontificio prima del Regno delle due Sicilie.

Monumento di Parole di Ugo Nespolo alto 7 metri la scultura di acciaio colorato cita: LAVORARE LAVORARE LAVORARE PREFERISCO IL RUMORE DEL MARE.
Monumento al Pescatore è collocata nel punto in cui il lungomare si innesta con il molo sud del bacino portuale e riproduce la tenuta dei pescatori durante le tempeste, quando, per richiamare l’attenzione sul pericolo in mare, si servivano della tromba. A poca distanza sulla passeggiata del molo sud sorge Il monumento al gabbiano Jonathan realizzato dall’artista Mario Lupo.

Eventi, Tradizioni e Folclore di San Benedetto del Tronto

L’Antico e le Palme (ultimo week-end di giugno) Mercato dell’antiquariato che si svolge nel centro cittadino.

Festa della Madonna della Marina (ultima domenica di luglio) Processione in mare di pescherecci ed altre imbarcazioni e in tarda serata spettacolo pirotecnico in mare.

Scultura Viva organizzata a giugno di ogni anno nell’ambito del MAM (Museo d’arte sul mare), che si sviluppa lungo il molo sud. Ad essa partecipano scultori e pittori muralisti provenienti da ogni parte del mondo, che realizzano le loro opere sui massi frangiflutto, allineati a margine della lunga passeggiata artistica.

Servizi

Spiaggia convenzionata

Animazione e mini-club

Parcheggio gratuito

Noleggio Bici

Virtual Tour